29-01-2020/00:00:00 Visitato: 133
Medicina generale. Da Ministero Salute ok ad Atto indirizzo nuova convenzione 

 

È quanto ha annunciato la Fimmg al termine di un incontro col Ministro Speranza. “Ora rapidi all’iter finale, siamo certi che anche il ministro Gualtieri darà alla questione la giusta importanza”. In dirittura d’arrivo anche il decreto sulla diagnostica di primo livello dove sembra che si stia lavorando ad una soluzione per snellire l’iter burocratico. L'ATTO D'INDIRIZZO

28 GEN - “Un incontro molto positivo e di grande sostanza”. Silvestro Scotti, segretario generale FIMMG, sottolinea positivamente il colloquio avuto stamane con il ministro della Salute Roberto Speranza. “Incontro - commenta Scotti - che ha visto l’ok del ministero della Salute sull’atto di indirizzo relativo alla rivalutazione della retribuzione ai contenuti economici previsti al 2017 come previsti dalla preintesa del 5 settembre u.s. dei medici di medicina generale, ferma da un decennio”.
 
“Proattivo – prosegue la nota Fimmg - nell’accogliere le istanze sospinte dal segretario Scotti, Speranza ha sbloccato in tempi rapidissimi una impasse che si era generata con il cambio di Governo e ora la categoria attende che a esprimersi sia il titolare del dicastero dell’Economia Roberto Gualtieri. Il parere del Mef è infatti essenziale per poter dare il via all’iter definitivo che si dovrà realizzare tra Comitato di Settore, Corte dei Conti e definitiva approvazione in Conferenza delle Regioni”.

 


“L’auspicio di tutti noi - prosegue  Scotti - è che entro due mesi i medici si vedranno riconosciuti gli arretrati e l’adeguamento degli stipendi al 2017. Siamo certi che il ministro Gualtieri non si lascerà distrarre dalle elezioni suppletive del collegio Roma 1 della Camera  e avrà la giusta attenzione per un tema di grande importanza sul quale non si può più tergiversare”.
 
Altra questione affrontata stamane è stata quella del decreto attuativo per le dotazioni diagnostiche ai medici di medicina generale (come previsto dalla Legge di bilancio). “Il dialogo tra le parti - dice il Segretario Generale della FIMMG - è serrato e si stanno affrontando tutti nodi che potranno rendere applicabile il prima possibile questo importante cambiamento”. A quanto si apprende sembra che si stia lavorando ad una soluzione per snellire l’iter burocratico.
 
Non si esclude che l’annuncio della firma del decreto possa arrivare proprio il prossimo 30 gennaio, quando all’Auditorium Cosimo Piccinno si terrà la giornata conclusiva del tour FIMMG #adessobasta con la partecipazione del ministro Roberto Speranza.

 

 ATTO INDIRIZZO